Come ottimizzo al meglio la durata della batteria sul mio iPhone?


La batteria dell’iPhone è da sempre al centro di numerose discussioni e critiche più o meno fondate. Nonostante l’iPhone 5 migliori l’autonomia della batteria rispetto all’iPhone 4S, tantissimi clienti si aspettavano qualcosina di più. Ad ogni modo, se volete ottenere una migliore autonomia di batteria sul vostro iPhone, in questo articolo andiamo a proporvi alcuni utili suggerimenti di Apple che potrebbero migliorare la situazione.

 

Rispettando alcune norme elementari potete aumentare la durata di vita della batteria e l’autonomia del vostro iPhone. La cosa più importante è evitare di tenerlo al sole o in un’automobile molto calda (anche se nel vano del cruscotto). Infatti, il calore è l’elemento che degrada maggiormente le prestazioni della batteria.
Alcuni termini utili
“Durata della batteria”  indica il periodo di tempo per cui il tuo iPhone può funzionare prima di essere ricaricato. “Durata di vita della batteria” indica il periodo di tempo totale che trascorre prima che la batteria debba essere sostituita. Nel nostro caso si parla di “Durata
della batteria” e generalmente è difficile trovare un iPhone con problemi di “Durata di vita della batteria” a meno che non si tratti di dispositivi con molti anni sulle spalle.

Il clima ideale per iPhone. L’iPhone funziona al meglio tra 0 e 35 °C e dovrebbe essere riposto in luoghi con temperatura compresa tra -20° e 45 °C. L’ideale è mantenere la temperatura di iPhone il più possibile vicina a quella media dell’ambiente.

Statistiche di utilizzo
Essere consapevoli di come si utilizza l’iPhone e sapere quanto dura in media una carica può aiutare a prolungare la vita della batteria. È possibile prendere visione delle statistiche di utilizzo di iPhone sfiorando l’icona Impostazioni sulla schermata Home e spostandosi nel menu Generali > Utilizzo.
Sotto il titolo “Dall’ultima ricarica”, si potranno notare due voci:
  • Utilizzo: per quanto tempo iPhone è stato attivo e in uso dall’ultima ricarica. Il telefono è attivo quando telefonate, utilizzate la posta, ascoltate la musica, navigate sul web, inviate e ricevete SMS o quando vengono eseguiti determinati task in background, come il controllo automatico delle e-mail.
  • Standby: per quanto tempo iPhone è rimasto acceso dall’ultima ricarica, incluso il tempo trascorso in stop.
Aggiornamenti del software
Assicuratevi che sul vostro iPhone sia sempre installata la versione più recente del software Apple, in quanto gli ingegneri potrebbero trovare nuovi modi di ottimizzare le prestazioni della batteria. Utilizzate l’ultima versione di iTunes per aggiornarlo con il software più recente. Collegate l’iPhone al computer, quindi selezionate iPhone nell’elenco Sorgenti. Fate clic su “Verifica aggiornamenti” nel pannello Sommario per controllare se è disponibile una nuova versione del software, poi cliccate su Aggiorna per installare l’ultima release.
Se avete un iPhone con iOS 5 o successivo potete anche installare l’ultimo update in wireless: aprite l’app Impostazioni e quindi andate su Generali > Aggiornamento Software e seguite le istruzioni.
Ottimizzazione delle impostazioni
A seconda di come sono configurate, alcune funzionalità possono ridurre l’autonomia di iPhone. Un esempio è la frequenza con cui viene recuperata la posta o il numero di account e-mail che vengono controllati automaticamente. I consigli qui sotto, validi per iPhone con software 3.0 o successivo, possono aiutarvi a prolungarne l’autonomia.
  • Regolazione della luminosità. Un altro modo per prolungare la durata della batteria è ridurre la luminosità del display. Toccate Impostazioni > Luminosità e trascinate il cursore a sinistra per diminuire il valore. In più, il display può regolare automaticamente la luminosità in base alle condizioni ambientali: per usare questa funzione andate in Impostazioni > Luminosità e attivate “Luminosità automatica”.
  • Disattivare la posta elettronica push. Se avete un account e-mail push come Yahoo! o Microsoft Exchange, disattivate il push quando non serve. Toccate Impostazioni > Posta, contatti, calendari > Scarica nuovi dati, poi disattivate la tecnologia Push. I messaggi inviati agli account e-mail push verranno ricevuti sul telefono in base all’impostazione generale Scarica, anziché quando arrivano.
  • Scaricare i nuovi dati con meno frequenza. Le applicazioni come Mail possono essere impostate per scaricare i dati in wireless a intervalli regolari. Una frequenza elevata tende a scaricare la batteria più rapidamente. Per evitare di scaricare i dati in automatico, dalla schermata Home scegliete Impostazioni > Posta, contatti, calendari > Scarica nuovi dati, poi impostate la modalità su Manualmente. Per aumentare l’intervallo, selezionate Impostazioni > Posta, contatti, calendari > Scarica nuovi dati, quindi impostate l’opzione su “Ogni ora”. Ricordate che si tratta di un’impostazione globale, valida per tutte le applicazioni che non supportano i servizi push.
  • Disattivare le notifiche push. Alcune applicazioni dall’App Store usano il servizio di notifica push di Apple per avvisarvi quando ci sono nuovi dati disponibili. Le app che fanno un uso massiccio delle notifiche (come le applicazioni di instant messaging) potrebbero influire sulla durata della batteria. Per disabilitare le notifiche push, andate in Impostazioni > Notifiche e poi disattivatele per le singole app. Riceverete ugualmente i nuovi dati quando aprirete l’app. Inoltre, ricordate che l’impostazione Notifiche non è visibile se non si è installata alcuna applicazione con supporto alle notifiche push.
  • Minimizzare l’uso dei servizi di localizzazione. Le applicazioni che usano attivamente i servizi di localizzazione, come Mappe, possono ridurre l’autonomia. Scegliete Impostazioni > Generali > Localizzazione, e disattivate questi servizi oppure utilizzateli solo quando servono o con specifiche applicazioni.
  • Attivare la modalità “Uso in aereo” in zone con copertura limitata o assente. Il vostro iPhone cerca sempre di mantenere il collegamento alla rete cellulare, quindi potrebbe consumare di più in zone con copertura limitata o assente. In queste situazioni, attivando la modalità “Uso in aereo” potete prolungare l’autonomia, ma ovviamente non potrete effettuare né ricevere chiamate. Scegliete Impostazioni e attiva “Uso in aereo”.

Consigli per la ricarica

iPhone 3G e iPhone 3GS non possono essere caricati con un alimentatore FireWire o un alimentatore per auto basato su FireWire. Verificate che il computer sia acceso mentre caricate iPhone via USB. Se iPhone è collegato a un computer spento, in stop o in standby, la batteria si potrebbe scaricare.

Ricaricare iPhone quando è riposto in certi tipi di custodia può generare un eccesso di calore che potrebbe influire sulla capacità della batteria. Se notate che l’iPhone si scalda mentre lo ricaricate, toglietelo dalla custodia.

Bloccare l’iPhone
Può sembrare ovvio, ma non dimenticate di bloccare iPhone quando non lo utilizzate. Potrete comunque ricevere chiamate e messaggi di testo, ma toccando il display non accadrà nulla. Per bloccare iPhone, basta premere il tasto Standby/Riattiva. Potete anche impostare un intervallo per il blocco automatico, affinché iPhone si spenga più rapidamente dopo un periodo di inattività. Per farlo, scegliete Impostazioni > Generali > Blocco automatico e impostate un intervallo breve, per esempio 1 minuto o 2 minuti.
Cicli di carica
A patto di osservare una corretta manutenzione, la batteria di iPhone conserva fino all’80% della capacità originale dopo 400 cicli di carica ed esaurimento completi. Per una corretta manutenzione della batteria al litio, è importante che gli elettroni al suo interno vengano mossi di tanto in tanto. Ricordate di completare almeno un ciclo di carica al mese (caricando la batteria fino al 100% e scaricandola completamente). Potrete decidere di sostituire la batteria quando la sua durata non risponderà più alle vostre esigenze.
Questi sono senza dubbio i consigli più importanti da prendere in considerazione per incrementare la durata della batteria su iPhone.